Flossie Thelma Parker, la figlia di Butch Cassidy

A cura di Omar Vicari


Il ranch argentino di Butch Cassidy, Etta Place e Sundance Kid
In tarda età, Butch Cassidy che ormai viveva a Leeds (Utah) sotto falso nome (…era conosciuto da tutti come Old Bob), confidò al suo amico Art Davidson di avere una figlia che stava vivendo a Johnnie, una vecchia e desolata cittadina mineraria del Nevada.
Art Davidson da sempre sospettava che Old Bob fosse il famoso fuorilegge. Non sprecò quindi tempo e raggiunse subito quella ghost-town in pieno deserto nella Pahrump Valley in cerca della figlia di quel vecchio che una volta era il ricercato numero uno di tutte le polizie del West. Leggi il resto

Le armi corte nell’epopea del west

A cura di Nino Polimeni


L’influenza della cultura americana nel secondo dopoguerra ha fatto sì che anche in Italia si sia conosciuta la storia del west. Sotto quella spinta “a stelle e strisce”, ha anche inizio una prolifica produzione di fumetti ed una massiccia importazione di film ambientati nei suggestivi paesaggi dell’Ovest americano (grandi produzioni, ma anche molti “B” movies), dove eroi senza macchia e senza paura scorazzano per la prateria in groppa ai loro fedeli cavalli e con le loro infallibili Colt fanno trionfare la legge e la legalità. Leggi il resto

Le abitazioni degli indiani


I tepee
Chi tra noi dovesse essere interpellato in merito alla conoscenza di un tipo di abitazione dei nativi americani invariabilmente finirebbe per rispondere indicando il “tepee”, ovvero quella tenda conica composta da una struttura di pali di legno sulla quale si adagiava una copertura di pelli di bisonte.
Questa era la “casa” degli indiani delle pianure, quei nomadi che trascorrevano la propria vita migrando al seguito dell’animale da cui dipendeva la propria vita: il bisonte. Leggi il resto

“Old Man” Clanton


Old Man Clanton con il bandito James Crane

Newman Haynes Clanton, conosciuto in tutto il west come “Old Man” Clanton, era un allevatore di bestiame che visse una vita alquanto turbolenta a causa del coinvolgimento in numerosi eventi criminosi.
Newman Clanton nacque intorno al 1816 nella contea di Davidson (Tennessee) e sposò Mariah Sexton Kelso nella contea di Callaway (Missouri) il 5 gennaio 1840. Newman e Mariah avevano cinque figli e due figlie: John Wesley, Phineas “Fin” Fay, Joseph “Ike “Isaac, Mary Elsie, Ester Ann, Peter Alonzo e William “Billy” Harrison. Leggi il resto

John “Jack” McCall, il killer di Wild Bill Hickok


Jack McCall ritratto nell’attimo in cui sta per sparare a Wild Bill

Se c’è una figura dell’intera storia del west che è stata ed è universalmente ritenuta abietta e miserevole, ebbene questa figura è incarnata da Jack McCall, l’uccisore a tradimento di Wild Bill Hickok.
Abbiamo detto Jack McCall, ma possiamo comodamente aggiungere altri nomi o nomignoli, tutti validi: John McCall, Naso Storto Jack o Naso Rotto Jack.
Il killer di Wild Bill è nato nella Contea di Jefferson nel 1852 o forse nel 1853 ed è morto a Yankton l’1 marzo del 1877. Tra i tantissimi, giovani e meno giovani, che avrebbero voluto uccidere la leggenda vivente Wild Bill per acquisire una fama enorme, Leggi il resto

La nascita del mito Western nell’Ottocento: Le Dime Novel – 7

A cura di Noemi Sammarco
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7.


Le case editrici e Beadle & Adams

Il processo che portò alla nascita delle dime novel fu lungo e attraversò varie trasformazioni. Agli inizi dell’Ottocento la classe borghese della costa Est si era fortemente sviluppata e nel suo ambito era cresciuto il desiderio di novità. Per soddisfare questo nuovo desiderio nacquero i Penny Press, ovvero dei giornali venduti ad un penny che rappresentava la forma più cruda di giornalismo concentrandosi sui pettegolezzi e sui reati che più creavano scalpore. Questi quotidiani utilizzarono per primi il telegrafo, riuscendo così ad estendere il bacino di raccolta delle notizie, ma soprattutto facendo della notizia fresca la merce specifica del giornalismo. Leggi il resto

Monete, banconote e prezzi nel vecchio west

A cura di Mario Raciti

Nel West l’uso di carta moneta, monete, oro o argento era poco pratico per coloro che non avevano un salario e dovevano acquistare in città, o procurarsi ciò che gli serviva. In questi casi si praticava il baratto.
Per i trapper era un metodo comodo, specie per quelli che lavoravano in proprio, e quindi non prendevano salari dalle compagnie. Barattavano le pelli di castoro durante i rendezvous o nei posti di scambio delle compagnie in cambio di tabacco, cibo, munizioni o vestiti.
I coloni, in prevalenza gli agricoltori, scambiavano il loro surplus di uova, latte, verdure e carne con oggetti che non potevano produrre da sé, sia con i vicini che negli empori dei villaggi: in quest’ultimo caso l’impiegato teneva un registro dove venivano annotati i crediti che il colono usava per comprare quello che gli serviva.
Anche la carne di maiale o di pollo, il burro e i capi di bestiame erano merce di scambio ampiamente utilizzata in tutto il West. Leggi il resto

Jean Baptiste, il predatore di tombe dello Utah

A cura di Gian Mario Mollar


Jean Baptiste, il profanatore di tombe dello Utah
Quella che segue è una storia fatta di tombe profanate, sudari, lapidi divelte e cadaveri nudi rischiarati dalla luna piena. Protagonista un inquietante becchino dello Utah che sparì nel nulla, diventando fantasma e leggenda.
Nessuno sa con precisione quali fossero le origini di Jean Baptiste. Alcuni sostengono fosse nato nel 1813 in Irlanda, altri che provenisse dalla laguna di Venezia, altri ancora che avesse origini francesi.  Leggi il resto

Una visita tardiva

A cura di Omar Vicari

Butch Cassidy e Sundance Kid
Il 6 Novembre 1908 due fuorilegge statunitensi furono uccisi in uno scontro a fuoco con le truppe boliviane a San Vicente (Bolivia). Tutto faceva pensare che i due fuorilegge fossero Butch Cassidy e il suo compagno Sundance Kid emigrati in Sud-America dagli Stati Uniti nel 1900. Questa è la versione ufficiale della fine dei due desperados, quella che si legge nei molteplici libri sulla loro vita. Leggi il resto

La parola fine su Butch Cassidy e Sundance Kid

A cura di Omar Vicari

Recentemente abbiamo pubblicato un articolo dedicato alle vicende di Butch Cassidy, un articolo impostato sulla storia ufficiale che finisce, come sempre, con l’ipotesi della morte di Butch e Sundance Kid in Bolivia nel Novembre 1908.
In due miei distinti articoli sui due leggendari fuorilegge abbiamo però scritto che i due desperados non sono morti quel giorno in Bolivia, ma sono entrambi tornati sani e salvi negli Stati Uniti.
La fonte di queste ultime notizie che vogliono mettere una buona volta la parola fine alle vicende dei due cavalieri del Mucchio Selvaggio provengono dallo scrittore americano Kerry Ross Boren, uno veramente esperto e che ha dedicato l’intera vita, attraverso ricerche lunghe e minuziose, alle vicende di Butch Cassidy. Leggi il resto

« Pagina precedentePagina successiva »