Gli oscar del cinema western – 17

A cura di Domenico Rizzi
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17.


BUTCH CASSIDY, FILM DA QUATTRO OSCAR

Per George Roy Hill, quarantasettenne nativo di Minneapolis e regista di 8 film quando si accinge a dirigere il suo primo western, sembrano esservi fin dall’inizio tutte le premesse per realizzare qualcosa di importante. Gli attori prescelti sono Paul Newman (Butch Cassidy) Robert Redford (Sundance Kid) Katharine Ross (Etta Place) Ted Cassidy (Harvey Logan), il soggetto e la sceneggiatura sono del drammaturgo William Goldman, la colonna sonora del grande maestro Burt Bacharach con il quale pochi musicisti possono competere. Infatti escogiterà la popolarissima Raindrops Keep Falling on My Head destinata ad un successo mondiale. Leggi il resto

Gli oscar del cinema western – 16

A cura di Domenico Rizzi
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17.


IL MUCCHIO SELVAGGIO

Sam Peckinpah si era dimostrato rivoluzionario e contestatore fin dagli esordi, mettendosi spesso in urto con produttori e attori. La sua visione del western prende spunto da una base classica per evolvere in maniera originale quanto imprevedibile, ma i suoi lavori sono sempre ascrivibili al genere. La critica ne ha fatto spesso il proprio bersaglio, attaccandolo per le numerose scene intrise di violenza e crudeltà, accostandolo talvolta ai western di matrice italiana e spagnola, benché il legame appaia piuttosto debole. Leggi il resto

Along the River, la Frontiera Spezzata (presto il libro)

A cura di Sergio Mura

Carissimi amici della frontiera, devo comunicarvi delle nuovissime notizie e informazioni sul mondo che ruota intorno al romanzo western scritto dal nostro Giampaolo Galli per una delle raccolte di Farwest.it e divenuto poi progetto cinematografico con Franco Nero in qualità di attore principale.
Ebbene, il cortometraggio Along The River sta concludendo proprio in questi giorni il percorso nel circuito dei festival cinematografici iniziato un anno fa. Leggi il resto

Frontiera


Frontiera è una nuovissima miniserie televisiva marchiata Netflix.
Il protagonista di Frontiera è un fuorilegge. È per metà irlandese e per metà nativo americano. Il suo obiettivo è combattere il monopolio del commercio di pellame in Canada. Per ora è detenuto dalla Compagnia della Baia di Hudson. Leggi il resto

Buffalo Bill ed il grande progetto cinematografico del 1913

A cura di Daniele Cazzola


Se c’è una cosa sulla quale i biografi di Buffalo Bill sono d’accordo è che egli fosse uno showman nato. La sua carriera come Star mediatica del diciannovesimo secolo e icona culturale iniziò nel 1869 quando fu scoperto da Edward Z.C Judson, che si fa chiamare Ned Buntline, che lo trasforma in un eroe da novelle. Cody apparve per la prima volta sul palco ricreando ed “esagerando” molte delle sue esperienze di frontiera. Questo tipo di manifestazione evolve molti anni dopo. Precisamente nel 1883, nel “Buffalo Bill’s Wild West Show”, uno spettacolo fatto di cascatori (stuntmen) e uomini a cavallo dalle grandi abilità, tiratori infallibili ed eccitanti ricreazioni di storici incidenti. Leggi il resto

I magnifici sette (2016) – ora in DVD e Bluray


Remake del celebre I magnifici sette, il film di John Sturges del 1960, a sua volta remake de I sette samurai di Akira Kurosawa. I magnifici Sette – diretto da Antoine Fuqua – è al livello dell’altro, di cui è un remake? Vale la pena vederlo, fosse anche solo come interessante remake, comodi a casa, specialmente ora che è uscita la splendida edizione in DVD o Bluray?
L’idea generale della maggior parte dei più importanti critici è che I magnifici sette sia un buon film. Leggi il resto

Nella valle della violenza

«Un mix di violenza ed umorismo in chiave decisamente moderna», ecco come il giornale The Guardian ha definito questo film western che è giunto in Italia quale ennesimo del genere nostro preferito, in un periodo che tra alti e bassi ci pare particolarmente felice per qualità e quantità di nuove proposte.
La trama è riassumibile come segue: un vagabondo di nome Paul arriva in una piccola città per cercare vendetta contro i teppisti che hanno ucciso una persona a lui cara. Le sorelle Mary Anne ed Ellen, che gestiscono l’albergo del posto, lo aiuteranno nel suo proposito.
Poiché di questo film potrete leggere tutto e il contrario di tutto, ammettendo che non siamo di fronte ad un capolavoro e che probabilmente sarebbe stato legittimo attendersi di più da John Travolta, iniziamo subito con il dire che a noi di Farwest.it è piaciuto quanto basta. Una buona e classica trama, una buona recitazione, Leggi il resto

Gli oscar del cinema western – 15

A cura di Domenico Rizzi
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17.


C’ERA UNA VOLTA IL WEST

Nel 1968, anno in cui esplode la contestazione studentesca e la guerra del Vietnam subisce un doloroso incremento, il cinema western sforna una produzione elevata, ma con pochissimi titoli degni di attenzione. I western di marca italiana sono addirittura 56, ai quali ne vanno aggiunti almeno una dozzina di produzione francese, britannica e tedesca, mentre quelli americani sono relativamente pochi. Il più importante fra i film realizzati nel vecchio continente, quello che senz’altro ha lasciato un’impronta profonda nella storia, rimane “C’era una volta il West” di Sergio Leone, l’unico che potesse ambire a qualche riconoscimento sebbene non ne abbia avuti. Leggi il resto

Gli oscar del cinema western – 14

A cura di Domenico Rizzi
Tutte le puntate: 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17.


LE PISTOLE CANTANO ANCORA
Nel 1966 sono ancora le pistole a tenere desta l’attenzione del pubblico, qualche volta con trame di tutto rispetto, ma è lo spaghetti western ad invadere gli schermi: infatti ne vengono girati 21, pari al 35% della produzione di quell’anno.
Fra i più degni di nota, “Il buono, il brutto, il cattivo” di Leone, con i soliti Clint Eastwood e Lee Van Cleef affiancati dall’istrionico Eli Wallach; “Django”, diretto da Duccio Tessari e interpretato da Franco Nero; “La resa dei conti” di Sergio Sollima; “Johnny Oro” di Sergio Corbucci e “Arizona Colt” di Michele Lupo. Leggi il resto

Il duello (The Duel)

Il duello, la locandina
Il Duello, un film di Kieran Darcy-Smith. Con Liam Hemsworth, Emory Cohen, Woody Harrelson, William Hurt, Alice Braga.
Texas, 1887. Abraham Brant, noto a tutti come “il predicatore”, ha una straordinaria presa su tutti gli abitanti di Monte Hermon, una cittadina di frontiera, nonostante lo seguano storie di guerra, uccisioni ed eventi inspiegabili. Non lontano dall’isolata località, una sfilza di cadaveri inizia ad apparire sulle rive del Rio Grande e, per capirne l’origine, il ranger David Kingston arriva con la moglie Marisol a Monte Hermon. Per uno strano scherzo del destino, David riconosce in Abraham colui che, da bambino, vide uccidere suo padre in un cruento duello. Combattuto tra il seguire la legge o il proprio bisogno di vendetta, Kingston scoprirà presto che niente di ciò che riguarda Abraham, Monte Hermon e gli omicidi, è ciò che sembra.
Questo è il primo western di questi ultimi anni che inizia ad essere perfettamente riconoscibile come tale solo da metà film! Leggi il resto

Pagina successiva »